Ab Antiquo Reperta

Il primo numero di Buduàr

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sono passati cinque anni. 

Cinque anni da quando ho "momentaneamente" abbandonato il "progetto archivio" per dedicarmi "temporaneamente, finché ci divertiamo" al "Progetto Buduàr".
L'almanacco dell'arte leggera, il mensile che doveva essere un gioco tanto per provare è diventato grande, prendendo premi, complimenti, soddisfazioni.

E soprattutto, come un figlio bisognoso di attenzioni, ha assorbito tutto il mio tempo libero, quello cioè che dovevo dedicare all'archivio.

Si possono crescere due figli in una famiglia? Non lo so. Il tempo è sempre meno e probabilmente anche l'entusiasmo ne risente.
Ma provarci non nuoce. al limite vi troverete di fronte all'ennesimo blog/sito/esperimento inutile in cui imbattersi ogni tanto nella navigazione nella grande rete.

Sono mesi che ci ragiono. Ragiono sull'impostazione, sul taglio, sulla grafica.
Senza grandi risultati (almeno convincenti). Ma il tempo passa e vedere il dominio sempre chiuso mi rattrista.

E allora apro. Con queste righe e poco più. Senza un progetto vero. Ovvero con tante (troppe) idee.
Proverò a condividerle man mano, usando questo spazio anche come blog personale con l'intento di discutere su umorismo, satira e sorrisi.

Non ricordo più (o forse non l'ho mai saputo) chi ha detto: gli archivi non si fanno, si creano.

Ecco, il mio piccolo pubblico potrà vedere le fasi della creazione dell'archivio dell'umorismo (o cosa diventerà).

Magari verrà fuori qualcosa di divertente ed interessante.